• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 06 97262235
  • DSCN2015
  • segni-bibliotecacomunale
  • segni-fondomuzii

calendario eventi

◄◄
►►
Marzo 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

proposta1

 MG 6467OK Copia

proposta2

 MG 6534OK Copia

proposta3

 MG 6467OK Copia

Benvenuti Nella Biblioteca Comunale di Segni

Clicca sull'icona per vedere il regolamento iconaPDF trasparente

La biblioteca comunale di Segni copre la superficie di 140 mq, è situata in un antico palazzo del centro storico ed è dislocata su tre livelli. È dotata di un cortile esterno, di tre sale di lettura, di un androne usato per laboratori, mostre, presentazione di libri, animazione della lettura ed attività varie, di una mansarda riservata ai ragazzi e di altri ambienti più piccoli . Il regolamento della biblioteca Comunale di Segni è stato approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n° 14 del 20/04/1999. Il patrimonio documentario, incrementato regolarmente con acquisti, scambi e donazioni, è costituito da 18.000 volumi classificati e collocati a scaffale aperto secondo la Classificazione Decimale Dewey ed è interamente fruibile secondo le modalità indicate dal regolamento della biblioteca. Dell'ampia raccolta della biblioteca comunale di Segni fanno parte un fondo di storia locale ed uno per ragazzi, collocati nella mansarda, il Fondo musicale "Giovanni Nenna" e il Fondo "Muzii". Il fondo Musicale "Nenna" è costitutito da volumi e soprattutto da incisioni e filmati che documentano l'intensa attività, la pregevole produzione e gli studi del pianista abruzzese che ebbe rapporti con la nostra cittadina. Ricevuto come donazione da parte della famiglia è collocato nella sala blindata. Il Fondo "Muzii" ricevuto come donazione nel 1998 è particolarmente ricco di volumi di storia dell'arte e comprende anche un piccolo fondo antico ( cinquecentine e secentine) . Sono attivi abbonamenti a riviste periodiche di arte, letteratura, archeologia, informatica, storia locale, ambiente.