Articoli

Patto dei Sindaci

pattosindaciLa lotta al cambiamento climatico e la transizione verso un sistema energetico a basso contenuto di carbonio rappresentano obiettivi concreti con i quali Amministratori e Decisori politici a ogni livello hanno l'obbligo di confrontarsi. In questo ambito, l'Unione Europea ha scelto di svolgere il ruolo di leader a livello internazionale. Durante la seconda edizione della Settimana europea dell'energia sostenibile (EUSEW 2008), la Commissione Europea ha lanciato il Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors), un'iniziativa per coinvolgere attivamente le città europee nel percorso verso la sostenibilità energetica e ambientale alla quale ha aderito anche il Comune di Segni. Per le sue singolari caratteristiche - essendo l'unico movimento di questo genere a mobilizzare gli attori locali e regionali ai fini del perseguimento degli obiettivi europe - il Patto dei Sindaci è considerato dalle istituzioni europee come un eccezionale modello di governance multilivello che dovrebbe portare al raggiungimento degli obiettivi di politica energetica sostenibile, il cosiddetto pacchetto 20-20-20, cioè la riduzione del 20% dei consumi di energia, l'incremento del 20% delle fonti rinnovabili e la riduzione del 20% delle emissioni di CO2 al 2020. Al fine di tradurre il loro impegno politico in misure e progetti concreti, i firmatari del Patto si impegnano a preparare un Inventario di Base delle Emissioni e a presentare, entro l'anno successivo alla firma, un Piano d'azione per l'energia sostenibile in cui sono delineate le azioni principali che essi intendono avviare. Il Patto dei Sindaci fornisce alle amministrazioni locali l'opportunità di impegnarsi concretamente nella lotta ai cambiamenti climatici, attraverso interventi che modernizzano la gestione amministrativa ed influiscono direttamente sulla qualità della vita dei cittadini. Esso rappresenta anche un'occasione di crescita per l'economia locale, favorendo la creazione di nuovi posti di lavoro non delocalizzati ed agendo da traino per lo sviluppo della green economy sul proprio territorio.
Maggiori informazioni si possono trovare anche sul sito della Provincia di Roma.
Link utili
E mail di riferimento che consente di raccogliere e fornire informazioni
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.