IMU-TASI - Scadenza acconto entro il 17 giugno 2019

Con deliberazione di Consiglio Comunale n° 8 del 28/03/2019 sono state determinate le aliquote per l’applicazione della TASI (Tassa sui Servizi Indivisibili) e dell'I.M.U. (Imposta Municipale Propria) per l’anno 2019 come di seguito indicate:

 CONFERMATE ALIQUOTE TASI

Descrizione

Aliquota

Codice tributo

  • Fabbricati rurali ad uso strumentale di cui al comma 8 dell'art. 13 del D.L. N°201/2011;

  • Aree edificabili assoggettate ad aliquota IMU ;

  • unità immobiliari adibite ad abitazione principale nelle categorie A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze;

  • Tutti gli altri immobili;

0” zero per mille

=========

 

CONFERMATE ALIQUOTE IMU

 

Descrizione

Aliquota

Codice tributo

  • Abitazione principale e relative pertinenze nelle categorie A/1, A/8 e A/9;

6,0 per mille

 

 

 

3912

  • Aree edificabili

7,6 per mille

3916

 

 

  • Altri immobili

10,60 per mille

3918

 

  • Immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – QUOTA STATO

  • Immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D - QUOTA COMUNE

7,6 per mille

 

3,0 per mille

3925

 

3930

 

 

Dal 01/01/2016 la legge 28/12/2015 n. 208 (finanziaria 2016) ha previsto la riduzione del 50% della base imponibile ai fini IMU per le unità immobiliari abitative, fatta eccezione per quelle classificate nelle categorie A/1, A/8 e A/9, concesse in comodato dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado, vale a dire genitori e figli, che le utilizzano come abitazione principale. Ai fini del beneficio la norma prevede che sussistano le seguenti condizioni:

  1. il contratto di comodato sia registrato;

  2. il comodante deve risiedere anagraficamente nonché dimorare abitualmente nello stesso comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato;

  3. il comodante deve possedere un solo altro immobile ad uso abitativo, oltre alla propria abitazione principale su tutto il territorio nazionale.

Resta in vigore tutto quanto precedentemente stabilito dalla Legge 28 dicembre 2015, n. 208. Novità per il 2019 è l’estensione della riduzione del 50% della base imponibile IMU-TASI prevista per gli immobili concessi in comodato d’uso a parenti in linea retta, in caso di morte del comodatario, anche al coniuge di quest'ultimo (ma solo se sono presenti figli minori).

Per gli immobili locati a canone concordato di cui alla legge 9 dicembre 1998 n. 431, l’imposta è determinata applicando l’aliquota ridotta al 75% stabilita dal Comune (10,60 per mille).

 

Il codice catastale del Comune di Segni da indicare sul modello F24 è : I 573

Per ogni altra ulteriore informazione l’Ufficio Tributi è a disposizione:

  • nei giorni di apertura al pubblico: martedì e venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00, il giovedì dalle ore 15,30 alle ore 17,00;

  • numero di tel. 06/97262232 indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il versamento è in autoliquidazione, quindi il contribuente non riceverà nessun modello da parte dell’ufficio comunale ma sarà lo stesso utente a provvedere al calcolo e alla compilazione del modello F24.

Si comunica che, collegandosi al sito istituzionale dell’Ente all’indirizzo: www.comune.segni.rm.it, cliccando sul link “Calcolo IUC 2019”, è possibile effettuare i calcoli on line dell’imposte dovute (IMU e TASI) e le stampe dei modelli F24 per i versamenti

 

Il Responsabile dell’area economico-finanziaria e tributi

(Rag. Daniela Montesanti)