Aliquote Imu e Tasi anno 2017

IimuMU - TASI

Scadenza acconto entro il 16 giugno 2017

Il Consiglio Comunale con delibera n° 1 del 31/03/2017 ha approvato le aliquote per l’applicazione della TASI (Tassa sui Servizi Indivisibili) e dell'I.M.U. (Imposta Municipale Propria) per l’anno 2017 come di seguito indicate:

CONFERMATE ALIQUOTE TASI per l’anno 2017

Descrizione

Aliquota

Codice tributo

  • Fabbricati rurali ad uso strumentale di cui al comma 8 dell'art. 13 del D.L. N°201/2011;

  • Aree edificabili assoggettate ad aliquota IMU ;

  • unità immobiliari adibite ad abitazione principale nelle categorie A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze;

  • Tutti gli altri immobili;

0” zero per mille

=========

 

Dal 2016 non si deve versare la TASI per le unità immobiliari non di lusso, adibite ad abitazione principale del soggetto passivo e relative pertinenze (C/2, C/6, C/7).

CONFERMATE ALIQUOTE IMU per l’anno 2017

Descrizione

Aliquota

Codice tributo

  • Abitazione principale e relative pertinenze nelle categorie A/1, A/8 e A/9;

 

 

 

 

6,0 per mille

 

 

 

3912

  • Aree edificabili

7,6 per mille

3916

 

 

  • Altri immobili

10,60 per mille

3918

 

  • Immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – QUOTA STATO

  • Immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D - QUOTA COMUNE

7,6 per mille

 

3,0 per mille

3925

 

3930

 

 

Dal 01/01/2016 la legge 28/12/2015 n. 208 (finanziaria 2016) ha previsto la riduzione del 50% della base imponibile ai fini IMU per le unità immobiliari abitative, fatta eccezione per quelle classificate nelle categorie A/1, A/8 e A/9, concesse in comodato dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado, vale a dire genitori e figli, che le utilizzano come abitazione principale. Ai fini del beneficio la norma prevede che sussistano le seguenti condizioni:

  1. il contratto di comodato sia registrato;

  2. il comodante deve risiedere anagraficamente nonché dimorare abitualmente nello stesso comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato;

  3. il comodante deve possedere un solo altro immobile ad uso abitativo, oltre alla propria abitazione principale su tutto il territorio nazionale.

Per gli immobili locati a canone concordato di cui alla legge 9 dicembre 1998 n. 431, l’imposta determinata applicando l’aliquota stabilita dal Comune (10,60 per mille), è ridotta al 75%.

 

Il codice catastale del Comune di Segni da indicare sul modello F24 è : I 573

Per ogni altra ulteriore informazione l’Ufficio Tributi è a disposizione:

  • nei giorni di apertura al pubblico: martedì e venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12,00, il giovedì dalle ore 15,30 alle ore 17,00;

  • numero di tel. 06/97262232 indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si comunica che, collegandosi al sito istituzionale dell’Ente all’indirizzo: www.comune.segni.rm.it “Calcolo IUC 2017” è possibile effettuare i calcoli dell’imposte dovute (IMU e TASI) e le stampe dei modelli F24 per i versamenti..

Il Responsabile dell’area economico-finanziaria

(Rag. Daniela Montesanti)